Le terre di Montecarlo


La Roccaforte di Montecarlo nacque e venne fortificata perchè costituiva, dal punto di vista strategico, un ottimo punto di osservazione dei movimenti di eserciti nella piana di Lucca e nella Valle di Nievole. Il comando ed il possesso di Montecarlo per alterne vicende belliche, fu tenuto dai Fiorentini e dai Lucchesi.
Nel loro periodo di permanenza in Montecarlo sia i Fiorentini che i Lucchesi, se pur rivali, furono in perfetta sintonia nell'apprezzare e valorizzare, oltre i pregi strategici, gli altri vantaggi legati all'ottimo clima, al grande spaziare panoramico ed alla viticoltura.

Cosimo I dei Medici e Carlo IV di Boemia figlio e vicario del re Giovanni, accorsi in protezione di Lucca, hanno lasciato in Montecarlo tracce del loro amore per questo stupendo colle. Attorno alla Fortezza ed alle Mura, opera di difesa e di osservazione, cresce da sempre una coltura della vite proprio in virtu' del buon clima e del buon sole. Si ricorda che Carlo IV di Boemia privilegiasse, nei suoi momenti di distensione, il versante della Fattoria Vigna del Greppo (gia' proprieta' dei Conti della Gherardesca) e in omaggio a questi ricordi la Fattoria ha dedicato a Carlo IV uno dei suoi vini di pregio.